Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Alexander, il volto della Russia che dice no alla guerra

Alexander Belik      "L’altra Russia che si rifiuta di imbracciare le armi c’è. Ed ha il volto del 25enne Alexander Belik, coordinatore del Movimento degli obiettori di coscienza russi, che lo scorso 28 marzo è fuggito in Estonia per via della sua opposizione politica e antimilitarista al regime di Putin, ma il governo locale a cui ha chiesto protezione continua a ritardare il suo riconoscimento come rifugiato politico. Belik è intervenuto a Roma durante una conferenza stampa promossa dal Movimento nonviolento e dall’associazione Un ponte per .                                                                         ( da qui )

Ultimi post

Prospettive di pace in Ucraina?

Laboratorio teorico-pratico sulla nonviolenza tenuto da Andrea Cozzo

Presentazione con Cosimo Scordato del libro "La nonviolenza oltre i pregiudizi. Cose da sapere prima di condividerla o rifiutarla"

1° Dicembre in Russia: giornata dei prigionieri per la Pace

Fermare la guerra in Ucraina, prima che sia troppo tardi

Manifestazione per la Pace, Roma 5 novembre 2022

4 novembre: non festa, ma lutto

Flashmob a fianco delle donne iraniane